Fondazione Distretto High Tech Milano Brianza

La Fondazione nasce il 18 giugno 2008 come Fondazione Distretto High Tech Milano Brianza (con la forma giuridica di Fondazione di Partecipazione). Diventa operativa nel gennaio 2009 e il 26 ottobre 2010 assume la nuova denominazione di Fondazione Distretto Green and High Tech Monza Brianza. I Soci Fondatori sono: - Provincia di Monza e della Brianza (in origine Provincia di Milano) - Associazione dei Comuni per il Distretto HT Milano Brianza - Confindustria Monza e Brianza - Camera di Commercio, Industria, Arigianato e Agricoltura di Monza e Brianza. L’istituzione della Fondazione ha come principale finalità quella di aggregare aziende a forte connotazione tecnologica, in modo da favorirne lo sviluppo industriale e da preservare il patrimonio di competenze che si è storicamente sviluppato sul Territorio, facendo emergere le potenziali sinergie tra le imprese operanti nel territorio del Distretto e promuovendo filiere virtuose e relazioni purchase/supplier tra le molte aziende multinazionali presenti e PMI aderenti. Intende, inoltre, svolgere una funzione di promozione del Distretto a livello nazionale ed internazionale, ponendosi quale facilitatore dei rapporti tra le imprese e le Istituzioni. Opera su due settori di riferimento: - ENERGIA (ponendo attenzione prevalentemente alla efficienza energetica e all’utilizzo delle energie rinnovabili); - ICT - Information and Communication Technology (progettazione, sviluppo, implementazione, supporto e gestione dei sistemi informativi dalla micro-elettronica ai sistemi). La creazione delle reti avviene contemporaneamente a due livelli distinti: - a livello di singole aziende: focalizzandosi su PMI con tecnologie, prodotti e/o business process innovativi, espandendo le dinamiche di Distretto verso un numero sempre piu’ elevato di aziende; - a livello di filiera: identificando iniziative sistemiche tese allo sviluppo industriale, alla riqualificazione del territorio e all’internazionalizzazione. Le principali inziative di filiera riguardano attualmente la Banda Ultra Larga e le Smart Grid. I servizi offerti alle aziende associate passano dallo sviluppo industriale (assessment dei business plan di aziende in start-up o turnaround e sviluppo delle strategie di marketing e di mercato, aggregazione di aziende per lo sviluppo delle filiere produttive e creazione di opportunità di business) alla finanza (agevolata, ordinaria, straordinaria), all’aggregazione di aziende su progetti di R&D congiunta e consulenza relativa ai processi di innovazione e promozione/valorizzazione dei laboratori di R&D esistenti, a servizi relativi alla mobilità interaziendale e al supporto ai processi di gestione delle risorse umane e quant’altro connesso allo sviluppo aziendale. Le aziende aderenti Al 1° maggio 2011 le aziende aderenti sono n. 72 per un numero di addetti che supera le 16.000 unità. AAPS Informatica, Accent, Advantest Europe GmbH, Albea Group, Alcatel-Lucent Italia, AS&T Service, Assostudio, Aurora Telecomunicazioni, Azcom Technology, Bames, Blue It, BMS Impianti, Cisco System Italy, Compel Electronics, Computer Area, Computer Design, Damasoft, DMS, Doxoft Italy, Edison, Elettronica Briantea, Emiteck, Energy Saving Management Consultants, Enerpoint, Enerqos, Engel Axil, Entalpica, Euroinstruments, Fimer, Gamma Energia, Hilux Tecnologies, I.light, KSB Italia, Leading Edge, Leanprenditore, Lider Elettronica, Mentor Graphics France, Mgtech, Microtel, MKI Racing, Mx Group, Nomos, OMP Mechtron, OMP Micro Precision, OMR Italia, Pegasus MicroDesign, Philips, Query, Replic, Samares, Sapio, Segro Italy, SEM Technologies, Sering, Siel Tre, SM Soluzioni di Managment, Snoline, Soco, Software Link, Sol, S.P.M., Starlite, St Microelectronics, SunForLife, Technoprobe, Tecnosphera, Telecity Group Italia, Telsa, Velp Scientifica, Verigy Italia, Voome, Yogitech.